Menu

Domenica 10 giugno – Roma, Casina di Raffaello “Le ali dei pesci alla ludoteca di Villa Borghese”

8 giugno 2018 - Scienza e Ricerca

C.S. a cura di: Lorenzo Vincenti, Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura

Una domenica alla Casina di Raffaello per una giornata di solidarietà per la ricerca  sui disturbi del neurosviluppo infantile

CASINA DI RAFFAELLO

Via della Casina (Piazza di Siena)

INFO

tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)  www.casinadiraffaello.it

 

Un’importante iniziativa di solidarietà, domenica 10 giugno 2018, dedicata ai bambini con problemi di autismo. L’evento, ospitato dalla Casina di Raffaello, ludoteca dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale gestita in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, è organizzato dall’associazione Onlus “Le Ali dei Pesci” con il patrocinio della “Sapienza” Università di Roma.

A partire dalle 14.00, ragazzi, bambini e famiglie sono invitati ad una giornata in allegria, destinata alla raccolta fondi a favore di progetti di ricerca di utilità sociale e scolastica per i bambini con disturbi del neurosviluppo. Il pomeriggio parte con laboratori per i più piccoli, a cura del dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria di via dei Sabelli,  e prosegue con laboratori integrati nella flora di Villa Borghese alla Casina di Raffaello e con tanti spettacoli di giocolieri, equilibristi e mangiafuoco. Non mancheranno i cantastorie, le bolle di sapone, il teatro delle ombre e tante sorprese.

La giornata ha l’obiettivo di unire la società civile, famiglie,  bambini, medici e ricercatori in un momento di gioco e allegria per fare emergere uno spirito positivo e allo stesso tempo combattivo. L’Associazione Onlus Le ali dei pesci nasce con lo scopo di promuovere e sostenere lo studio e la ricerca scientifica per le patologie neuropsichiatriche dello sviluppo, con particolare riguardo ai disturbi dello spettro autistico, e mira a favorire l’inclusione, l’integrazione e la solidarietà sociale.

21 soci fondatori e altrettanti soci dell’associazione sono medici e operatori del settore, genitori di figli colpiti dalle disabilità, professionisti della società civile, ma anche tanta gente comune, tutti uniti al fine di promuovere iniziative che accompagnino i soggetti colpiti dalle patologie neuropsichiatriche dello sviluppo in tutta la loro crescita. L’Associazione si farà inoltre carico di sollecitare interventi normativi innovativi del sistema socio-sanitario ed assistenziale che tuteli i disturbi del neuro sviluppo infantile instaurando un proficuo dialogo con gli organi legislativi locali e nazionali.