Menu

Da primavera 2018 al via MIC, la tessera annuale a 5 Euro dei residenti romani, per visitare tutti i musei civici della capitale

22 dicembre 2017 - Cultura ed Eventi

Di: redazione

Il 2018 sarà l’anno della cultura e quando si parla di questo l’Italia non può non essere in prima linea. Ecco che per celebrare l’unico ed immenso patrimonio culturale della Città Eterna, da primavera 2018 sarà disponibile la MIC, una card annuale di 5 Euro per tutti i residenti permanenti e temporanei di Roma, che permetterà l’accesso in ogni museo civico della capitale. La MIC darà infatti il diritto d’entrata gratuita per 12 mesi in tutti i siti del sistema Musei in Comune, comprese le mostre in corso.

I Musei interessati dall’iniziativa sono:

Musei Capitolini, Museo dell’Ara Pacis, Museo dei Fori Imperiali – Mercati di Traiano, Museo di Roma, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Museo della Centrale Montemartini, Musei di Villa Torlonia, Museo di Zoologia, che vanno ad aggiungersi a quelli che già oggi sono a ingresso completamente gratuito (Museo Napoleonico, Museo di scultura antica Giovanni Barracco,  Museo Carlo Bilotti, Museo Canonica, Museo delle Mura, Museo della Repubblica Romana e della Memoria garibaldina, Villa di Massenzio e Museo di Casal de’ Pazzi).

Questo emendamento congiunto Assessorato alla Crescita Culturale e Commissione Cultura segna un traguardo importante per l’Amministrazione e per i cittadini, che liberamente e per tutto l’anno potranno godere della ricca e viva offerta culturale della nostra città. Abbiamo dimostrato che è possibile concretizzare quello che è scritto nell’articolo 27 della Dichiarazione Universale dei diritti umani: ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici Vogliamo che chi vive a Roma possa riscoprire nei musei dei veri e propri centri di incontro, scambio e aggregazione” ha dichiarato la Presidente della Commissione Cultura Eleonora Guadagno.